17 febbraio 2011

Il nostro laboratorio

Quale posto migliore per trasformare i pensieri e sensazioni, in qualcosa di tangibile, se non il  nostro laboratorio? Esso diventa il luogo in cui l’interiorità si trasforma in materia
Il nostro laboratorio è nato a casa nostra, utilizzando una stanza interrata fortunatamente abbastanza illuminata. Giorno dopo giorno ha preso vita e si è riempito di scaffali, colmi di pacchi di terra di diversa natura, di attrezzi, pennelli, barattoli di smalti e di ossidi; di ricette trasmesse da maestri ceramisti, ricette cercate, raccolte, provate e campionate
E' pieno zeppo di materiale riciclabile che serve, sia per contenere materiali  e attrezzi, che per la preparazione e la foggiatura dei pezzi (carta, plastica, polistirolo, scatole, pezzi di legno, ferraglie , vetro ecc.)

Materiali di uso comune come tappi di qualsiasi genere, stecchini, mollette, bottoni, aghi, stampi per biscotti, attrezzi da cucina e così via, hanno una loro funzione

Le ore in questo angolo della casa passano veloci e non andresti mai via



4 commenti:

  1. Cioa!
    Che bel laboratorio ordinato!

    RispondiElimina
  2. ordinato solo x le foto! in realtà c'è sempre tanta confusione, ma a noi va bene comunque. Grazie x avermi accolto in questo nuovo mondo (per me) di blogghisti. Ho bisogno di confrontarmi con tutti gli appassionati di ceramica perchè credo di avere molto ancora da imparare, il tuo blog x me è uno dei più gettonati! grazie mille

    RispondiElimina
  3. Quando si crea è difficile ricordarsi di tenere in ordine, la mente ha bisogno di sentirsi libera di esprimersi e non ha voglia di perdersi nei ..." doveri"...

    RispondiElimina
  4. Ciao,sul mio blog c'è un premio per voi! Buona domenica!

    RispondiElimina